Oggi parliamo di un problema, molto diffuso, ma che tutti hanno vergogna di trattare. Donne e uomini indistintamente fanno molta fatica ad esternarlo: la CANDIDA. Tale condizione è dovuta ad un fungo parassita, la candida albicans, che attecchisce soprattutto a livello delle mucose: cavo orale e parti intime.

Questa condizione piuttosto fastidiosa è facilmente visibile e diagnosticabile dal momento che si presenta con bollicine bianche a livello intimo e con afte a livello buccale. Nella donna si possono aggiungere anche delle perdite biancastre e purulente.

PER L’UOMO: si demanda all'utilizzo di un antimicotico, sia per via orale che per uso topico (sotto prescrizione medica).

PER LA DONNA: si consiglia un ciclo di lavande vaginali abbinate ad ovuli oltre che un detergente disinfettante e antinfiammatorio a base di Aloe Vera.

L’eziologia di questa condizione può essere diretta per contatto, oppure può presentarsi nel cambio stagionale a seguito di un abbassamento delle difese immunitarie che offrono quindi una via preferenziale al patogeno. A prolungare la condizione, ma soprattutto ad estenderla sono gli zuccheri, specialmente quelli raffinati (pane, pasta, dolci, etc.), per cui almeno nella fase acuta si consiglia di eliminarli o quantomeno di ridurli.